THE PLACE di Paolo Genovese

di Maria Rosaria Gallo Colella

THE PLACE di Paolo Genovese
Adattamento cinematografico di una serie televisiva, il film colpisce per la dinamicità ansiogena afronte di un impianto statico e di una scena quasi sempre uguale e che fa da protagonista per tuttala durata della storia.
Pochi esterni e scene interamente girate in un bar, The Place appunto, ai cui tavolini siede L’Uomo,un personaggio mai meglio identificato in grado di realizzare i desideri di chiunque, a patto che…
A patto che ognuno di loro compia un atto insolito, disumano e scellerato; in ogni caso contrario e opposto al desiderio, alla grazia da ricevere.
Paolo Genovese, regista anche del riuscitissimo “Perfetti Sconosciuti” usa lo stesso stratagemma scenico per questo secondo film: i protagonisti si incontrano e si mettono a nudo attorno ad un tavolo; e lì si incrociano i loro destini.
Riusciranno queste persone normali ad andare contro i propri principi pur di ottenere la ricompensa?
E chi è L’ Uomo, questo banale ma misterioso individuo in grado di riscrivere il nostro destino?
Quasi un thriller, è un film che vale la pena vedere; anche solo per continuare a discuterne dopo!

Maria Rosaria Gallo Colella

Napoletana di nascita e temperamento , mi sono laureata in Lingue e Letterature straniere presso il prestigioso Istituto Orientale della città partenopea; le lingue le ho poi praticate accompagnando mio marito in giro per il mondo e seguendo le avventure scolastiche dei miei 5 figli. Mi occupo della rubrica sul cinema italiano ” Visti per voi “e della sezione informativa sulle attività del coro Acdmae, nel quale canto da tre anni.

Nessun Commento inserito

Lascia un commento

 

Puoi usare codiceHTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>