CRONACHE DALLA XXXIII CONFERENZA EUFASA

FOTO Cronache dalla XXXIII

di Eleonora Mancini Durante Mangoni

Si è svolta dal 27 al 29 marzo la XXXIII Conferenza EUFASA in una Helsinki rischiarata dal sole, inusuale a quelle latitudini e per la stagione.

Confortate dalla splendida ospitalità dell’Ambasciatore Gabriele Altana e di Alessandra, carissima amica dell’ACDMAE e nostra, noi delegate EUFASA abbiamo seguito i lavori di grande interesse per tutte le Associazioni europee dei consorti e delle famiglie dei dipendenti degli Esteri.

Il saluto dell’Ambasciatore Petri Salo, responsabile dell’Ufficio Human Resources, ha aperto la Conferenza ed ha sottolineato come il Ministero degli Esteri finlandese abbia da tempo preso atto del valore di un consorte attivo a fianco del dipendente e fatto richiesta alle autorità affinché l’impegno profuso da partner e consorti a beneficio della missione venga considerato una prestazione professionale e quindi riconosciuto a pieno.

Primo tema in programma la “Carta dei Diritti dei Consorti e dei Partner”, argomento che ha coinvolto ed occupato i delegati EUFASA per lungo tempo e che ora è giunto a produrre un interessante documento. La Carta, discussa e firmata dai rappresentanti dei Paesi europei convenuti, fissa quegli aspetti del vivere a fianco di un dipendente “degli Esteri” che maggiormente condizionano il consorte e la famiglia tutta e suggerisce quali forme di tutela andrebbero riconosciute a questi ultimi.

Come tutti i documenti condivisi a larga maggioranza, anche questo ha dovuto adattarsi a situazioni varie e comprendere, in maniera ampia e generale, condizioni eterogenee e molto diverse tra loro. Basti dire che le associazioni di consorti e famiglie di alcuni Paesi europei dialogano in maniera regolare e proficua con l’Amministrazione e godono già di supporti significativi, laddove altri sono ancora molto distanti da essi. Alcune Amministrazioni non riconoscono le coppie di fatto; le risorse disponibili per lavorare al cosidetto well-being di dipendenti e famiglie sono inesistenti per alcune, considerevoli per altre; in alcuni Paesi divorziati e vedovi senza reddito proprio hanno tutele molto inferiori che in altri, e così via.

Premesso ciò, la Charter rimane un documento forte, su cui anche nella nostra realtà si potrà lavorare traendo spunti interessanti.

Non c’è spazio sufficiente per elencare tutti i contenuti, ma evidenziamo qui alcuni aspetti cruciali che ci toccano da vicino: la necessità – ad esempio – di spostarsi periodicamente e di interrompere carriere lavorative, l’impossibilità di maturare regolari contributi pensionistici o per le assicurazioni integrative, il desiderio del consorte di realizzarsi nel lavoro. A queste problematiche la Carta risponde invitando le Amministrazioni a riconoscere il contributo dato dai consorti, ad offrire loro supporto per il reinserimento nel mondo del lavoro, a ricompensarli con un salario ancorché minimo per il lavoro che compiono a beneficio della missione diplomatica, a garantire loro i contributi pensionistici.

Questi, solo alcuni dei punti trattati. Vi invitiamo a leggere la versione completa della CHARTER OF RIGHTS OF SPOUSES AND PARTNER dell’EUFASA, cliccando qui.

Dopo una Charter dedicata a Consorti e Partner, l’EUFASA ha aperto i lavori per la stesura di una Carta dedicata ai diritti dei figli dei dipendenti “degli Esteri”. La discussione è appena iniziata ed è già vivace e coinvolgente.

Non è mancato il momento di confronto sulle problematiche affrontate durante l’anno dalle varie Associazioni. Citiamo le esperienze che ci hanno maggiormente colpito: i Francesi evidenziano lo sviluppo di un regolare e proficuo dialogo tra capi missione e rappresentanti delle famiglie nelle sedi estere; i Polacchi sottolineano l’impegno a far accettare i partner all’Amministrazione, ancora restia a riconoscerli; gli Austriaci hanno ottenuto maggior considerazione, in fase di trasferimento del personale, per i figli all’ultimo anno di un ciclo di studi; i consorti belgi hanno ottenuto di poter effettuare stage professionali (non retribuiti) presso alcune direzioni del Ministero e presso le sedi all’estero in modo da agevolare la continuità del curriculum e la riqualificazione professionale.

E di lavoro, come sempre da molti anni, instancabilmente, si parla in EUFASA. A questo proposito è stato presentato uno studio che ha come scopo di selezionare alcuni siti “job platform” di rilievo internazionale con cui EUFASA (a beneficio di tutte le Associazioni in essa convenute) intende stipulare un accordo per accedere a corsi di formazione, di riqualificazione professionale e visibilità sul mercato del lavoro in molti dei Paesi in cui potremmo trovarci a vivere.

Un breve spazio è stato dato anche all’illustrazione del rinnovato sito EUFASA, che vi invitiamo a guardare su: www.eufasa.org. Qui anche, per esteso, tutti i contenuti di questa Conferenza e delle precedenti.

Ci si dà infine appuntamento per il prossimo anno e si rinnovano le intenzioni di lavorare alacremente per la prossima conferenza. Arrivederci, dunque, a Tallin 2018!

Di cosa si parlerà a EUFASA 2018?

Ecco i TOPICS, i temi da sviluppare in team con altri Paesi e da presentare alla prossima Conferenza:

WORK and EMPLOYMENT, per perfezionare la sinergia con le “job platform”

gruppo di lavoro composto da: Austria, Germania, UK, Belgio

LEGAL STATUS OF THE DIPLOMATIC SPOUSE Role and Duties), per continuare il discorso aperto dalla Charter appena messa a punto

Finlandia, Germania, Irlanda, Portogallo

WEB and WEB SOLUTIONS, per perfezionare sempre più il lavoro attraverso il sito

Svizzera, Austria, UK, EU

CHARTER OF RIGHTS OF THE CHILDREN, noi parteciperemo a questo gruppo di lavoro. Chiunque abbia idee e buone considerazioni in proposito è benvenuto in ACDMAE per discuterne!

Francia, Portogallo, UK, Spagna, Polonia, Irlanda, Italia

Focus sulle JOB PLATFORMS

le più consigliate dalle Associazioni europee

Gran Bretagna e Austria: www.netexpat.com

feedback positivo, corsi di specializzazione e di riqualificazione, buon network all’estero, ma costoso

– Belgio: www.goinglobal.com

collabora con molte università, ha un buon database

– Austria: www.hereweareglobal.com : fondata da un funzionario Human Resources, esperienza diretta di vita da “expat”, molto abili a reinventare professionalità

– Altri: www.internations.com

Eleonora Mancini Durante Mangoni
durante-mangoni-eleonora

Una laurea in Lingue e Letterature Straniere e una specializzazione all’Università Statale di Mosca, poi vari anni di lavoro nell’ambito della comunicazione e promozione del “made in Italy” all’estero. Ha collaborato con scrittori e giornalisti in progetti editoriali, conducendo lo studio dei materiali di ricerca in lingua russa. E’ membro del Consiglio dell’ACDMAE, si occupa del Notiziario, di EUFASA e del sito www.POSTEDTO.com 

Nessun Commento inserito

Lascia un commento

 

Puoi usare codiceHTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>