COMÉDIE MON AMOUR!
Le stelle del cinema a Monte Carlo

commedie

di Sabrina Ducceschi Gallo

Partecipare al Monte Carlo Film Festival non solo da spettatrice, ma anche da protagonista mi ha dato l’opportunità di conoscere gli artisti da vicino, scoprendo la travolgente simpatia di alcuni, la timidezza inattesa di altri e la vanità, fortunatamente, solo di pochi. Sono rimasta colpita da quanto impegno necessiti la professione di attore, anche dal punto di vista fisico: molti di loro si dividono fra set, studi televisivi e fotografici, redazioni di giornali e serate di gala, anche in diversi Paesi, a distanza di pochi giorni, se non di ore. Senza mai perdere il sorriso!

La 14esima edizione del “Monte-Carlo Film festival de la Comedie” si è svolta a Monte-Carlo dal 28 Febbraio al 5 Marzo 2017.
Il festival, ideato e condotto da Ezio Greggio, è stato lanciato nel 2001 con l’obiettivo di creare una manifestazione unica nel suo genere: un festival interamente dedicato alla commedia, come desiderava Mario Monicelli.
L’evento occupa le pagine dei giornali ed attrae stelle del cinema contemporaneo nella splendida cornice di Monte-Carlo, luogo a cui Greggio è molto legato risiedendovi da 23 anni ed essendo dal 2015 presidente del Comites, l’Associazione degli italiani all’estero.
Quest’anno ad aggiudicarsi il premio come miglior film è stato “The Distinguished Citizen” di Mariano Cohn e Gastón Duprat, premiato dalla giuria di qualità composta dal regista Michael Radford, dal critico di Variety, Peter Debruge, dall’attrice italiana Violante Placido e dalla costumista Deborah Landis.
Il resto del Palmares è stato cosi distribuito: il premio miglior regista al duo Dan Kwan e Daniel Scheinert per il film “Swiss Army Man”, premio-miglior attore a Daniele Parisi per il film “Orecchie”, premio-migliore attrice a Catherine Deneuve per “The Midwife” e premio speciale della giuria a “Two lottery Tickets” di Paul Negoescu. Inoltre, all’unico film italiano in concorso, “Orecchie” di Alessandro Aronadio, è andato anche il “Premio del pubblico del Montecarlo Film festival” assegnato dalla giuria popolare, presieduta da Remo Girone.
Durante il “Gala degli Awards”, alla presenza di un folto pubblico e di autorità, sono stati distribuiti altri riconoscimenti: John Landis si è aggiudicato il “Comedy Legend Award”, mentre il “Premio alla carriera” é andato al Premio Oscar Costa Gavras, a Michel Legrand, a Riccardo Scamarcio, a Enrico Montesano e alla splendida madrina del festival Monica Bellucci.
Ulteriori attestati sono stati attribuiti a Rocco Papaleo, Simona Ventura e Ficarra e Picone. Un premio speciale è stato conferito a Gianfranco d’Angelo per celebrare i suoi 45 anni di carriera e i successi tra grande e piccolo schermo.
Il Festival ha appena chiuso i battenti e sono già iniziati i lavori per la manifestazione successiva: un gruppo di creativi sta già immaginando la XV edizione.
La manifestazione è patrocinata da S.A.S. Alberto II e dall’Ambasciata d’Italia, che considera il cinema uno strumento molto efficace di promozione dell’immagine più positiva del nostro Paese: registi ed attori italiani, alcuni dei quali residenti a Monte Carlo come Remo Girone, sono benvoluti in questo piccolo-grande paese, dove poco più di due kmq costituiscono una straordinaria vetrina internazionale!

Sabrina Ducceschi Gallo
sabrina-ducceschi

Mi chiamo Sabrina Ducceschi Gallo, sono laureate in Scienze Politiche ma ho deciso di fare la moglie e soprattutto la madre. Sono sposata con Cristiano e abbiamo tre splendide figlie. Sono stata Membro del Consiglio e per 7 anni corista soprano nel coro dell’ACDMAE. Ho seguito mio marito in tutte le sue sedi, dagli Emirati Arabi Uniti al Mozambico, dall’Arabia Saudita alla Romania e attualmente viviamo nel Principato di Monaco.

Nessun Commento inserito

Lascia un commento

 

Puoi usare codiceHTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>